Academy Insuperabili

ACADEMY INSUPERABILI – PARABITA

L’ A.s.d Soccer Dream  2000, insieme ai suoi testimonial Pasquale Bruno e Javier Chevanton, promuove il progetto INSUPERABILI, volto ai ragazzi con disabilità cognitiva, relazionale, fisica e motoria, per la pratica di uno sport di squadra: IL CALCIO.

Il progetto nasce a Torino nel 2011 con  l’obiettivo di garantire crescita e totale integrazione dei ragazzi diversamente abili all’interno di una società in cui lavorano, studiano e praticano sport.

L’ Academy di Parabita  ha cominciato la sua attività il 9 marzo  2016. E’ partita con 12 ragazzi iscritti  per arrivare ad oggi a 25 iscritti che si allenano divisi in due gruppi.

Gli allenamenti si svolgono presso Heffort Sport Village il lunedì e il mercoledì dalle 14.30 alle 15.30  e dalle 15.30 alle 17.00.

IL PROGETTO INSUPERABILI:

Nel 2011 nasce l’idea di creare una scuola calcio per ragazzi e ragazze con disabilità fisica e motoria, cognitivo relazionale, affettivo-emotiva e comportamentale di cui Giorgio Chiellini ne è il Testimonial Nazionale.

Attraverso il calcio si mira a garantire la crescita e l’integrazione di ragazzi con disabilità all’interno della società. Individuando nello sport uno strumento di socializzazione e integrazione che con il divertimento e l’allenamento può portare miglioramenti al livello di salute psico-fisica, alla soddisfazione personale e più in generale alla qualità della vita del singolo atleta.

I BENEFICI

Attraverso il calcio l’Academy mira a garantire la crescita e l’integrazione di ragazzi con disabilità all’interno della società. Individuando in questo sport uno strumento di socializzazione e integrazione che con il divertimento e l’allenamento può portare miglioramenti al livello di salute psico-fisica, alla soddisfazione personale e più in generale alla qualità della vita del singolo atleta.

In linea con quanto espresso nella “Convenzione ONU sui diritti delle Persone con Disabilità (2007)” l’A.S.D. ha nel suo core business l’obiettivo di “far vivere ai Dilettanti esperienze da Professionisti”, attraverso una filosofia che si fonda sulla voglia di mettersi in gioco e migliorarsi giorno dopo giorno, seguendo i principi etici di lealtà, sportività e correttezza; trasmettendo così passione ed emozione ai propri atleti e a chi li circonda

A CHI SI RIVOLGE IL PROGETTO

Il progetto è direttamente rivolto a:

  • Minori 4 – 18 anni con disabilità fisica e motoria, cognitivo relazionale, comportamentale e disturbo dello spettro autistico
  • Adulti 19 – 50 anni con disabilità fisica e motoria, cognitivo relazionale, comportamentale e disturbo dello spettro autistico
  • Utenti di centri diurni, associazioni, cooperative, ASL e comunità
  • Genitori degli atleti coinvolti

FIGURE PROFESSIONALI

Il team che segue i ragazzi è multidisciplinare e affianca competenze tecnico-sportive, psico-educative e manageriali che interagiscono e si confrontano nel corso della stagione.

Nello specifico il team è diviso in due aree quella psicologica con: un referente psicologico ed educatori professionali e quello tecnico con allenatori qualificati.

Le professionalità citate lavorano direttamente sul campo con gli atleti negli allenamenti settimanali e nelle partite, strutturando l’attività in gruppi di lavoro da 6 ragazzi e 2 operatori (uno dell’area medico psicologica e uno dell’area tecnica). In casi di necessità il rapporto tecnico – iscritto sarà 1 a 1.